CHI SIAMO

L’Associazione RETO alla Speranza con sede in Vigevano Strada Canalotto 5/7, è un centro con chiaro fondamento cristiano nato in Italia nel 1997 nella provincia di Pavia. Fin dai primi momenti le persone che lavoravano volontariamente presso le case ospiti, si offrivano per dare una opportunità a quelle tante persone che per problemi di droga o alcool portavano una vita ai confini della sopportazione. Con un semplice messaggio di speranza le persone che decisero di intraprendere questo cammino, ora sono diventate uno strumento essenziale per molti ragazzi che oggi non hanno nessuna speranza e nessuna forza.

RETO tuttora possiede quattro case che ospitano 200 ragazzi, nella zona di Vigevano, di Alessandria e nella provincia di Frosinone. L’associazione non è sovvenzionata da nessun ente pubblico ne dalle famiglie degli utenti, perché è nostro desiderio lavorare per non essere di peso più a nessuno e non come lo eravamo prima, per questo ci auto finanziamo col nostro lavoro che si basa essenzialmente sul recupero di mobili usati e la loro esposizione, di traslochi, trasporti, pulizie e tinteggiature.

Essendo una O.N.L.U.S. ogni nostro ricavo viene destinato alla manutenzione degli automezzi e dei nostri centri che cerchiamo di anno in anno di renderli sempre più attrezzati e confortevoli. Per quel che riguarda il nostro rapporto con le carceri della zona, possiamo dire di essere soddisfatti per come le porte ci sono state aperte. Negli ultimi anni le richieste di colloquio sono aumentate notevolmente, sicuramente per il passaparola tra carcerati e che molti di loro hanno trovato una possibilità di uscire ed intraprendere un programma di recupero.

Quello che ci preme anzitutto lasciare molto chiaro è che l’Associazione RETO alla Speranza è un centro gratuito dove chiunque può fare affidamento per ricevere un aiuto immediato, senza trafile burocratiche: basta avere tanta voglia di lottare per la propria vita.

L’INGRESSO E’ IMMEDIATO E GRATUITO
Tel/fax 0381/21393
e -mail italia@asociacionreto.org

Ingresso

L’ingresso nel centro è completamente gratuito per tutti coloro che si rivolgono a noi col sincero proposito di essere aiutati.

Si può entrare immediatamente nel centro previo colloquio telefonico o personale e avviene col solo proposito di spiegare chiaramente il funzionamento del programma e il regolamento. Il programma dura dai 12 ai 18 mesi relativamente dal caso di ogni persona e l'utente rimane volontariamente nel centro terapeutico venendo assistito 24 ore al giorno da un operatori che vive egli stesso nella comunità.

In nessun caso sarà respinta per l'ammissione qualsiasi persona, per ragioni di malattia, gravidanza, cultura, razza, religione o sesso.

Comunità Terapeutiche

Al momento disponiamo di sei case maschili ed una femminile, dislocate tra la lombardia, il piemonte e il lazio. Queste case sono posizionate nella periferia della città, dove l'ambiente è più favorevole per lo sviluppo delle diverse attività e i compiti terapeutici.

Le nostre comunità sono in genere vecchie case rurali restaurate e sistemate per renderle confortevoli e adeguate alle nostre esigenze. In queste sedi sono presenti impianti sportivi e ricreativi per favorire l'adattamento al processo terapeutico e a promuovere nuovi stimoli nel settore del lavoro e del tempo libero.

FOTO

CASE

NORD

CASE

NORD

CASE

SUD

CASE

SUD

EVANGELISMO

EVANGELISMO

EVANGELISMO

EVANGELISMO

RIUNIONI

RIUNIONI

RIUNIONI

LAVORI

LAVORI

LAVORI

Attività ricreative

Attività ricreative

Norme di entrata e di permanenza

- L’entrata è totalmente gratuita e la permanenza volontaria a condizione che vi sia il desiderio di lasciare le droghe e che siano rispettate le seguenti norme.

- Rispettare gli orari della comunità per tutte le attività (pasti, lavoro, tempo libero, riunioni, ecc)

- Accettare l’accompagnamento a tempo pieno dell’operatore assegnato.

- Permanere nel centro senza uscirne per un periodo non inferiore a 10 giorni; dopo di che uscirne solo se autorizzati, e sempre accompagnati da un responsabile.

- Non è ammesso nessun tipo di droga ne sostitutivi (alcool e tabacco inclusi)

- Non sarà ammesso possedere denaro durante tutto il periodo di riabilitazione. Eventuali somme di denaro dovranno essere consegnate alla direzione del centro che ne disporrà l’uso secondo i bisogni dell’interessato.

- Non sono ammesse visite non autorizzate.

- Se ritenuto necessario da parte della direzione del centro sarà effettuata una perquisizione completa.

- Il centro deve essere immediatamente informato della situazione giuridica, precedenti penali e/o precedenti in corso nonché della situazione familiare dell’interessato.

- Le condizioni di salute e l’eventuale presenza di malattie infettive devono essere comunicate immediatamente.

- Per i minorenni è necessaria l’autorizzazione del capofamiglia.

- Nel caso di entrata di coppie i coniugi dovranno rimanere separati fino a che la direzione lo ritenga necessario.

- Lettere e/o certificati destinati a organismi ufficiali o istituzioni sono permessi previa autorizzazione del centro.

- Se ritenuto necessario pacchi e/o eventuale corrispondenza saranno aperti in presenza del titolare.

- Qualsiasi lavoro che si effettuerà all’interno del centro, sarà considerato solo di carattere terapeutico e non sarà remunerato.

STORIA

L’Associazione RETO è una organizzazione non lucrativa che nasce nel 1985 in Spagna dove pian piano raggiunge nel 1995 l’Italia. La sua origine risale a quando il fondatore del centro e la sua famiglia, che vivevano in un altro paese come missionari cristiani, decisero di dirigersi verso l’europa, precisamente in Spagna.

Senza avere idea di cosa sarebbe successo, provarono ad aiutare un giovane tossicodipendente che camminava per strada, decidendo di ospitarlo presso la loro abitazione. Da quel momento gli eventi si susseguirono e velocemente e con la necessità di ospitare altri ragazzi, si videro obbligati a prendere una casa in affitto. Questa casa tuttora esiste e con essa centinaia di altre case sparse per il mondo ospitano tutti coloro che un giorno si rivolsero al centro per chiedere aiuto.

"RETO alla Speranza", composta per lo più da ex tossicodipendenti, una volta liberati dalla loro dipendenze, deciso di dedicare la propria vita per dare agli altri la stessa opportunità che avevano avuto.

CONTATTI

Ufficio Centrale
Mercatino dell’Usato:
Strada Canalotto 5/7
27029 Vigevano (PV)
tel. 0381/21393
Mercatino dell’Usato (indumenti)
Vigevano via Manara
Negrone 56
Tel. 3441467835
Mercatino dell’Usato
Alessandria Via D’Angennes 4
tel. 0131/346974
Mercatino dell’Usato
Cinisello Balsamo via Fleming 2
tel. 02/61298054
Mercatino dell’Usato
Genova via Molini di Cima
tel. 3737827736
Mercatino dell’Usato Trezzano sul Naviglio
via Brunelleschi 42
tel. 02/48464439
Ufficio di Cassino (FR)
via Mercante 14
tel 0776/22637
Mercatino dell’Usato Cassino (FR)
via Casilina Km 197.5
Mercatino dell’Usato Castelvolturno
via Domiziana Km 32-31
Mercatino dell’Usato
Roma

via della Stazione di Tor Sapienza 14/b
Mercatino dell’Usato Roma
Amico Aspertini 121